Erasmus Theatre

Molto rumore per nulla - Shakespeare a teatro con Erasmus Theatre

Much ado…The Shakespeare musical

Lingua: Inglese parlato moderno ispirato al linguaggio shakespeariano
Genere: commedia musicale
Durata: 75 minuti + incontro con i protagonisti
Temi trattati: gelosia, amore, tradimento, ruolo della donna.
Destinatari del progetto: istituti secondari di primo e secondo grado
Costo del percorso didattico: 14 € (gratuità per docenti e diversamente abili)

Sfoglia la nostra Stage Guide

Ricordi la rielaborazione in chiave postmoderna della celebre tragedia ispirata agli amanti veronesi, ovvero William Shakespeare’s Romeo + Juliet (1996) di Baz Luhrmann? 

Bene, ispirandoci ad essa ma facendo un po’ di testa nostra, proponiamo una Messina anni ’80 illuminata da coloratissimi neon

Ebbene sì, lo spettacolo musicale Much Ado…The Musical che proponiamo per te e per i tuoi studenti quest’anno sarà ambientato in epoca moderna

Per questo anche il suo linguaggio sarà più comprensibile: ispirandoci al copione originale dell’opera e quindi alla lingua del teatro elisabettiano, opteremo per un linguaggio di facile fruizione, mantenendo vivide 

le battute spiritose

i deliziosi giochi di parole e

gli intricati colpi di scena del Bardo di Avon che continuano ad affascinare il pubblico contemporaneo sin dal XVII secolo. 

Lasciamo intatta l’importanza della musica. Per questo, nel nostro spettacolo musicale, troverai:

  • recitazione
  • canto e
  • danze!

Ma non finisce qui! Oltre a fornirti l’intero copione dell’opera, durante lo spettacolo potrai seguire i testi delle canzoni grazie a dei comodi sottotitoli proiettati su un megaschermo!  

Che fai? Vieni anche tu a festeggiare con noi questi 20 anni di vita di Erasmus Theatre? 

Se volessimo riassumere in breve l’opera potremmo menzionare temi come 

  • Realtà VS Apparenza;
  • la reazione che segue l’osservazione (con considerevoli dosi di vulnerabilità, istintività…);
  • l’attenzione protesa quasi sempre verso l’esterno, che rende le dinamiche dei personaggi legate a quelle dell’intera comunità (la maggior parte delle azioni avvengono in gruppo);
  • la pressione sociale e ciò che ne consegue (questioni d’onore). 

In Molto Rumore per Nulla, Shakespeare sembra insegnarci diversi aspetti della vulnerabilità umana: quanto ci si può rivelare impacciati o suscettibili al cospetto dell’amore e di una nuova consapevolezza! 

Tra commedia e tragedia, tra onore distrutto e integrità recuperata, 

Per questo si crea tutto quell’‘ado’, ovvero a lot of activity, worry, or excitement that is unnecessary or greater than the situation deserves (cambridgedictionary.com)

Per mostrare altri aspetti della complessità della natura umana, il Bardo di Avon sfrutta il ruolo dell’onore nelle relazioni sociali dipingendolo quasi come un elemento fondamentale nel plasmare le azioni e le decisioni di tutti. 

Shakespeare ritrae un Don Juan sconfitto e ferito nel suo orgoglio nello stato emotivo sembra spingerlo a tramare inganni, insinuando nella mente di Claudio l’idea che Hero non sia vergine.

Nothing or…noting? 

Per una ‘h’, cambia il significato di una parola. Eppure la stessa ‘h’, in italiano, viene usata come metafora del nulla (non ci capisco un’acca, non serve a un’acca, e via dicendo).  

Con la ‘h’ ci ha giocato anche il Bardo di Avon, e lo ha affermato a chiare lettere già nel titolo:

quel ‘nothing’ ricorda tanto il ‘noting’ o tutta quella “agitazione che si increspa come un’onda dal notare, osservare, spiare, origliare…” (Nadia Fusini, Molto rumore per nulla : ovvero quel che volete, Feltrinelli, 2015). 

Molto rumore nasce per aver notato, annotato, identificato o ricordato una frase che trasmetteva un messaggio fittizio (l’amore inesistente tra Beatrice e Benedick) o un inganno inscenato, come quello che coinvolge l’innocente Hero. 

È su quel notare che si intreccia l’intera trama, in un continuo gioco di percezioni, informazioni rubate, dichiarazioni…

Claudio nota Hero (“Benedick, hai notato la figlia del signor Leonato?”, atti 1:1, l. 158-59) e di qui tutto ha inizio. 

50 sfumature di inganno, nel bene e nel male

Esistono bugie accettabili?

Immergendoti in Much Ado About Nothing diresti proprio di sì.

Infatti, se quelle di Don Juan sono mirate ad impedire un matrimonio gettando infamie infondate su Hero, quelle inventate affinché Benedick e Beatrice si amino assumono una valenza positiva. 

Sul loro intelligente litigare, infatti, si innestano le bugie bianche dei loro amici e parenti che hanno un risvolto persino divertente. 

“Mi innamorerò terribilmente di lei!” (Atti 2:3, l. 237): è quanto esclama Benedick dopo aver origliato l’informazione (falsa) secondo la quale Beatrice è innamorata di lui. 

Improvvisamente tutto quel cinismo verso il matrimonio e l’amore viene spazzato via!

È quanto accade a Beatrice, d’altronde. Oltre le loro lingue ben affilate, c’è un’indole sensibile che è ben disposta ad amare. 

Shakespeare, però, ci mostra anche altri modi di vivere l’amore.

In parallelo, infatti, viaggia quello sbocciato tra Hero e Claudio. In questo caso, a tanta gentilezza e mitezza dei due amanti, si sovrappone l’inganno tramato da Don Juan che ben attecchisce sulla personalità di Claudio. Questi è, sì, valoroso e innamorato ma, al contempo, piuttosto influenzabile.

Vedendo Borachio corteggiare Margaret, Claudio ha una svista colossale: crede si tratti di Hero e, il giorno dopo, invece di sposarla…

Collettività e comicità in Much Ado About Nothing

In Molto Rumore per Nulla, Shakespeare affida gli snodi principali dell’opera all’azione collettiva dei personaggi. 

Sono Don Pedro, Leonato e Claudio a parlare del presunto amore di Beatrice; 

è Don Pedro che aiuta Claudio a prendere la mano di Hero;

Don John inscena il tradimento di Hero con la complicità di Borachio e Conrad,  scoperti in seguito dagli uomini al servizio di Dogberry.

Il continuo gioco di parole di Dogberry e la sua apparente follia lasciano il pubblico nel dubbio: ma è davvero così confuso e ingenuo come sembra?

Poco importa: sarà grazie al suo contributo e a quello della sua ronda se dalla tragedia si passerà al lieto fine. 

Shakespeare era italiano? Se lo sono chiesti in molti. 

Inoltre l’Italia forniva il luogo esotico che contribuiva ad aumentare la fascinazione del pubblico elisabettiano. 

Presso la corte inglese del Cinquecento, la cultura italiana godeva di grande prestigio e gli autori dell’epoca attingevano molto dalla letteratura di Virgilio, Petrarca e Boccaccio.  

Anche Matteo Bandello, con le sue Novelle (pubblicate tra il 1554 e il 1573), ispirò Shakespeare sia nella creazione di Molto rumore per nulla che per La dodicesima notte.

Grazie ad un approfondimento sulla commedia shakespeariana a cura di Raffaello Malesci, scopriamo che fu replicata centinaia di volte, anche prima della pubblicazione ufficiale del suo copione. 

Infatti, sulla copertina di un’edizione del 1600 (non ufficiale ma molto fedele a quella originale), leggiamo: “Much Ado About Nothing as it has been hundred times publicly acted…”.

Piaceva all’epoca e continua a piacere oggi, a noi come ai Mumford & Sons che, nel 2009, riportavano in Sigh No More questi versi dell’opera: 

  • “Love it will not betray you, 
  • dismay or enslave you / 
  • It will set you free / 
  • Be more like the man you were made to be”.

Saltellando da una lingua all’altra, abbiamo scoperto la traduzione di Much Ado About Nothing in spagnolo [link allo spettacolo spagnolo], ovvero Mucho ruído y pocas nueces (lett., “Molto rumore e poche noci”). 

Come accade nella resa in italiano, anche in spagnolo si perde l’allusione al ‘noting’, ma l’immagine a cui rimanda è a dir poco calzante, vero? 

Il nostro Team Creativo 

Regia e Testi: Connor Simkins 
Musiche: Manufunk Pagliara
Costumi: Pamela Paperini 
Direzione artistica e Scenografie: Roberto Cesarone
Direzione tecnica: Sergio Cacciatore 

Vieni a teatro, impara e divertiti con il nostro Much Ado…The Musical dal 3 dicembre al 3 aprile! 

Contattaci al 0832205560 e resta aggiornato sulle nostre attività su Facebook e Instagram. 😉

Siamo d’accordo con Connor quando dice che quest’opera è in risonanza con il pubblico da secoli grazie alla sua esplorazione del genere, dell’inganno e dell’identità.

Inoltre non stiamo nella pelle: con lui, “spostiamo la storia classica nel mondo vibrante e ribelle del rock and roll”.

Messina resta, ma innestiamo in essa la musica elettrizzante degli anni ’70, ’80 e ’90. 

Sarà un’esperienza fatta di luci e suoni dinamici che, oltre a rendere moderno lo spettacolo, dimostrerà come la letteratura classica possa intrecciarsi perfettamente con le iconiche melodie rock, cantate dal nostro talentuoso cast di attori. 

Certo, abbiamo sempre a mente (e a cuore) l’esperienza educativa. Per dirlo con le parole di Connor: “At Erasmus Theatre, our mission is to educate while delivering an unforgettable, high-octane experience. We strive to breathe new life into classic works, making them accessible and exciting for modern audiences”. 

Vuoi leggere in lingua originale le Note di regie di Connor Simkin? Eccole qui. 🙂

Welcome to Erasmus Theatre’s innovative new adaptation of William Shakespeare’s timeless romantic comedy, Much Ado About Nothing. Originally penned by the Bard in 1623, this beloved play has seen countless adaptations on stage and screen, continually resonating with audiences through its exploration of gender, deception, and identity.

In our latest production, we transport the classic tale to the vibrant, rebellious world of rock and roll in Messina. 

Prepare to be captivated as we blend Shakespeare’s original text with the electrifying music of the 70s, 80s, and 90s. This unique fusion will not only modernize the play but also demonstrate how seamlessly classic literature can intertwine with iconic rock melodies.

While our set design takes a minimalist approach, we promise a fully immersive experience through dynamic lighting and sound. 

Imagine being at a rock concert where Shakespeare’s witty dialogue and dramatic scenes unfold around you. Our talented cast will also perform classic pop-rock songs, reimagined with close harmonies that add a new dimension to these beloved tracks. By merging Shakespearean drama with these musical and rock elements, we hope to provide a performance that is both thought-provoking and immensely enjoyable.

At Erasmus Theatre, our mission is to educate while delivering an unforgettable, high-octane experience. We strive to breathe new life into classic works, making them accessible and exciting for modern audiences.

Join us on this exhilarating adventure in Messina. We look forward to sharing this unforgettable journey with you.

See you soon,

Connor Simkins

Il percorso formativo di Erasmus Theatre in inglese
I moduli

Primo Modulo

Introduzione all’opera Much ado…The Shakespeare musical da parte del regista.

Secondo Modulo

Lettura del copione scritto di Much ado…The Shakespeare musical e comprensione del testo.

Disponibile, SU RICHIESTA del docente, copione in Italiano per docenti.

DISPONIBILE DA SETTEMBRE 2024

Terzo Modulo

Ascolto dell’audio copione di Much ado…The Shakespeare musical

DISPONIBILE DA SETTEMBRE 2024

0:00 / 0:00
Traccia 1
Traccia 2
Traccia 3
Traccia 4
Traccia 5
Traccia 6

Quarto Modulo

Visione dal vivo della Commedia Musicale Much ado…The Shakespeare musical in inglese

Durata: 75 min + incontro con gli attori

*In casi particolari e per specifiche ragioni scolastiche, lo spettacolo potrà essere disponibile anche on-line. In tal caso sarà necessario prenotarlo telefonicamente presso i nostri uffici.

Quinto Modulo

Esame conclusivo attraverso schede didattiche di Much ado…The Shakespeare musical.

Le soluzioni verranno inviate al docente contestualmente alla prenotazione.

DISPONIBILE DA SETTEMBRE 2024

Sesto Modulo

Tre lezioni tenute da NICK TRUMBLE (vocal coach inglese).

Questo modulo esaminerà una serie di difficoltà affrontate da coloro la cui prima lingua non è l’inglese quando cercano di assumere un accento inglese standard.

Storia del Teatro Inglese

Stili teatrali storici e moderni

Il Teatro Moderno Inglese